-->> Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrá porne uno. <<--
Choose a Theme Colour
Blue Theme Green Theme Red Theme
RSS Feeds:
Articoli
Commenti

Storico April, 2015

Serata jazz con l’Original Perdido Jazz Band

Sabato 16 Maggio 2015  ore 18:00

c/o Sala Africa dei Missionari Comboniani

Vicolo Pozzo,1 (San Giovanni in Valle) Verona

Il Jazz è considerata una forma musicale moderna che ha interessato il ‘900 attraversandolo tutto dai primi anni fino ai nostri giorni. E’ considerata la vera novità musicale del secolo scorso ed ancora oggi è così; si potrebbe ritenere che il jazz, rigenerandosi attraverso i suoi continui adattamenti formali ad una società in continuo cambiamento, rimane di fatto una musica giovane, avendo conservato nel contempo quella creatività originale nella quale gli Africani, deportati dalle loro terre e assoggettati alla schiavitù  nei campi di cotone della Louisiana, ritrovarono parte di quella libertà loro negata nel corso di una intera vita.

La speranza “di un’altra vita migliore”, il conforto della preghiera rivolta al Signore nella ricerca  di un sostegno al superamento delle dure prove di una infelice esistenza, il canto liberatorio del blues per raccontare la pena e la tristezza dei fatti quotidiani vissuti da “negro”, hanno saputo infondere nella musica che nasceva a New Orleans all’inizio del ‘900 una tale carica di umanità da produrre nel tempo una significativa letteratura musicale religiosa (gospel, spiritual, worksongs, calls) capace di trovare nel jazz una forte espressività di cui la discografia, particolarmente di Louis Armstrong, di Bessie Smith e di Billie Holiday ci forniscono i migliori esempi.

La spiritualità che si ritrova nel jazz dà conto dei sentimenti che fervono intorno a questa musica per cui la “Original Perdido Jazz Band” ha inteso elaborare un programma adatto ad essere presentato nel luogo dove musica ed arte si incontrano facilmente: il Museo Africano dei Padri Comboniani di Verona, a testimonianza di una cultura africana la cui influenza – almeno per quanto riguarda il jazz – è universalmente considerata fondamentale agli effetti del ritmo (swing) e della creatività (improvvisazione).

Il concerto inizierà alle ore 18.00 di sabato16 maggio, con intervento del Prof Massimo Troiani dell’Università La Sapienza di Roma ‘Note blu sulle vie del jazz’ (storia e attualità del jazz).

Per chi volesse, è possibile una visita guidata al rinnovato Museo Africano, alle ore 16.30.

(nota di Giannantonio Bresciani

IMG-20150418-WA0005museo africano

Leggi tutto »